PRESENTAZIONE

 

Internet, la grande invenzione del secolo che ci ha lasciato, permetterà di concretizzare la globalizzazione non solo dell' economia (che si spera sottoposta a regole, equanime e solidale) ma, finalmente, della cultura e del pensiero umano. Saranno in questo modo superati gli stretti confini che sono stati frapposti, volutamente o non, dai mezzi cartacei (libri e giornali).

Questo nuovo potente e grande mezzo è da considerare una seconda rivoluzione dopo quella della manifestazione della libertà di pensiero portata dall' Illuminismo, perchè Internet consente a chiunque, con i propri mezzi, di esprimere e comunicare liberamente e senza i filtri di chi se ne ritiene depositario (siano persone singole o gruppi) la sua cultura, il suo sapere, il suo pensiero.

Di questa libertà se ne può fare buono o cattivo uso, come si verifica in tutti gli altri campi. Sta al grado di civiltà raggiunto e al senso umano, sociale e civile di ciascuno far sì che questa libertà non venga usata nelle sue espressioni negative e non porti a facili e possibili abusi .

Con questo spirito nasce la presente Rivista, in cui saranno pubblicati articoli di carattere storico, che avranno finalità divulgative.

Gli articoli sono scritti in prosa spedita e quindi la lettura è scorrevole e, speriamo, piacevole, perché da essa non solo si possa trarre diletto intellettuale, ma anche si possano approfondire le proprie conoscenze e la propria cultura.

Essi saranno piuttosto concentrati, secondo l'idea di J. L. Borges, che era più favorevole ai saggi che ai libri e ogni articolo sarà, per quanto possibile, completo anche se non esaustivo dell'argomento trattato, con particolare riguardo a curiosità, che saranno riportate nel rispetto del rigore storico, e corredato da note chiarificatrici o di approfondimento.

inizio pagina